GIOXACQUA

Zootecnia / Detergenti

Soluzione liquida concentrata per una sicura ed efficace igiene dell’acqua

Confezioni: 10 - 20 - 200 - 1000 kg



CARATTERISTICHE: Soluzione liquida concentrata per una sicura ed efficace igiene dell’acqua
COMPOSIZIONE: 100 g di soluzione contengono:
Principi attivi
Perossido d’idrogeno (acqua ossigenata) 49,0-50,0 g
Argento nitrato 0,05 g
Eccipienti Coformulanti e acqua depurata q.b. a 100,00 g
PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO (CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE E INCOMPATIBILITÀ) GIOXACQUA è una soluzione acquosa a base di Perossido d’idrogeno e sale d’argento indicata per la sanificazione sia degli impianti di distribuzione dell’acqua in ambito industriale alimentare, zootecnico , l’aggiunta di additivi all’acqua aumenta la formazione di un biofilm, all’interno delle condotte dando luogo a un circolo vizioso. Per rompere questo circolo vizioso basta usare GIOXACQUA. Un biofilm è un’aggregazione complessa di microrganismi contraddistinta dalla secrezione di una matrice adesiva e protettiva, e spesso anche da:
- adesione a una superficie, sia di tipo biologico che inerte (ad esempio rocce e protesi),
- eterogeneità strutturale,
-interazioni biologiche complesse,
- una matrice extracellulare di sostanze polimeriche, spesso di carattere polisaccaridico.
La formazione di questo complesso di adesione superficiale nell’impianto di distribuzione dell’acqua, rappresenta un ideale substrato per la proliferazione di batteri patogeni, i quali influenzano negativamente la qualità dell’acqua. Inoltre la presenza del biofilm eserciterà un effetto negativo sui farmaci, sulle vaccinazioni e su altre aggiunte. In altri termini la produttività del sistema di allevamento degli animali sarà compromessa da una cattiva qualità dell’acqua da bere.
La salute degli animali è largamente determinata dai livelli d’igiene dell’acqua, fatto questo spesso sottolineato dalle Organizzazioni Mondiali della Sanità in ambito veterinario. I sistemi di distribuzione dell’acqua o le reti idriche, necessitano di una regolare pulizia, poiché esse possono diventare contaminate e fornire una sorgente per la crescita indisturbata di batteri. La contaminazione di tali sistemi non è spesso visibile all’occhio umano, ma gli animali si ammalano e i livelli di produttività vanno di male in peggio.
Perossido d’idrogeno
(Acqua ossigenata) Argento Nitrato
Specialmente con animali giovani, quando le temperature sono alte e il flusso dell’acqua è lento, c’è un alto rischio di crescita batterica. GIOXACQUA è basato su perossido d’idrogeno arricchito con uno speciale complesso a base di argento per rispondere alle necessità di profonda pulizia e sanitizzazione dei sistemi idrici in ambito industriale , zootencnico.
La contaminazione di tali sistemi è causata da depositi di manganese e calcio. Anche l’aggiunta di medicine, vaccini e altri additivi potrà causare dei depositi. GIOXACQUA pulisce in profondità il sistema di distribuzione idrico. Quando la soluzione incontra il materiale organico nel sistema, essa si attiva e le bolle di ossigeno che si formano contribuiscono a rimuovere e quindi ad allontanare il materiale stesso. Questo processo è molto lento ma allo stesso tempo molto profondo. GIOXACQUA necessita di rimanere nell’impianto per almeno 12 ore per esplicare completamente la sua attività. Nella rappresentazione seguente è riportata la differenza di comportamento tra una soluzione a base di cloro e GIOXACQUA.
Le proprietà fondamentali di questa soluzione sono le seguenti:
1. Soddisfa la norma UNI EN 902, tipo I (prodotti chimici utilizzati per il trattamentodell’acqua);
2. è un prodotto biodegradabile al 100% (rispetta e protegge l’ambiente);
3. è totalmente efficace verso i microrganismi altamente resistenti;
4. efficacia assicurata contro batteri, funghi, virus, alghe, spore e protozoi;
5. elimina il biofilm che ricopre la superficie delle vasche e delle tubazioni;
6. evita incrostazioni calcaree;
7. la sua attività è indipendente dal pH dell’acqua;
8. durante lo stoccaggio, le sue proprietà si mantengono intatte per più di 3 anni;
9. le striscette reattive rappresentano un metodo colorimetrico semiquantitativo ed efficace percontrollare la persistenza del suo potere igienizzante;
10. non corrosivo nelle soluzioni di utilizzo.
I benefici apportati da questo nuovo prodotto sono:
Riduzione dei costi
- Meno operazioni di pulizia e mantenimento, perché GIOXACQUA
- mantiene l’impianto di distribuzione dell’acqua in uno stato ottimale, libero di materia organica e incrostazioni;
- alle dosi di utilizzo non rovina i materiali, evitando sostituzioni delle installazioni per usura.
- Controllo totale sulla carica microbica dell’acqua, contribuendo all’eradicazione delle malattie e diminuendo il costo dei medicinali.
- Incremento della produttività negli allevamenti. Benefici addizionali specifici per gli allevamenti di suini;
- Migliora la qualità microbiologica dell’alimento liquido;
- Riduzione della carica microbica del siero del latte;
- Aiuta a mantenere la qualità ottimale del siero più a lungo;
- Si raccomanda l’uso nei casi di dissenteria emorragica. Benefici addizionali specifici per gli allevamenti di vacche da latte;
- Migliora la qualità microbiologica del latte;
- Riduzione e controllo delle cellule somatiche;
- Efficace contro Pseudomonas e Prototheca. Benefici addizionali specifici per gli allevamenti avicoli;
- Evita l’uso di prodotti acidi per la pulizia delle tubazioni nelle operazioni di vuoto sanitario;
- Nelle ovaiole: diminuzione della fragilità dei gusci. Uova più chiare;
- Nei riproduttori: aumenta la vitalità dei pulcini.
- Nei broiler: escrementi più asciutti e diminuzione dell’umidità delle lettiere. Sicurezza e ambiente
- Non forma sottoprodotti tossici;
CAMPO E MODALITÀ D'IMPIEGO: GIOXACQUA è un sanificante di alto livello, specifico per superfici d’impianti idrici nel settore industriale , zootecnico, agro-alimentare,. SANIFICAZIONE DELL’IMPIANTO DELL’ACQUA

TRATTAMENTO BREVE SPOT
In funzione del grado di contaminazione introdurre nel sistema di distribuzione o nel deposito di stoccaggio GIOXACQUA all’1-2% (10-20 ml per ogni litro d’acqua = 1 tanica da 20 litri per 1000 – 2000 litri 1 - 2 m.c. d’acqua) e lasciare ricircolare la soluzione per almeno 30 minuti. Se non fosse possibile la ricircolazione, mantenere per 6-12 ore il contatto. Assicurarsi che il prodotto arrivi a tutti i punti finali dell’impianto, con l’ausilio delle cartine indicatrici. Infine, risciacquare il sistema spurgando tutti i punti finali per evitare otturazioni.

TRATTAMENTO PERIODICO
Dosare inizialmente 20 g/m3 (0,002%) di GIOXACQUA, per 2 giorni, aumentando gradualmente la dose fino a 40-60 g/m3 (0,004-0,006%), in quanto i residui derivanti dalla rimozione del biofilm e delle incrostazioni calcaree possano otturare gli abbeveratoi. Mantenere la dose fissa fino a quando le striscette indicatrici segnano un residuale costante di 25-30 ppm (circa 10 giorni). Dopodiché ridurre la dose di uso abituale a 30 g/m3.

Si raccomanda l’uso di pompa di dosaggio automatica per ottenere il massimo rendimento ed efficacia del prodotto i principi attivi contemplati in questa formulazione sono notificati secondo la Direttiva 98/8/CE in particolare per l’applicazione in ambito alimentare (Tipo di prodotto 4: Disinfettanti nel settore dell'alimentazione umana e animale Prodotti usati per la disinfezione di attrezzature, contenitori, utensili per il consumo, superfici o tubazioni utilizzati per la produzione, il trasporto, la conservazione o il consumo di alimenti, mangimi o bevande (compresa l'acqua potabile) destinati al consumo umano o animale). Questo significa che il presente sanificante, nel momento in cui i principi attivi saranno iscritti nell’allegato 1A della Direttiva, potrà essere registrato come biocida e quindi immesso in commercio senza subire sostanziali modifiche di formulazione o ritardi per adeguamento della formulazione e attività biocide connesse.
COMPATIBILITÀ CON I MATERIALI: La soluzione, grazie alla presenza di un inibitore di corrosione, non ha potere ossidante. Le soluzioni di utilizzo non hanno effetti corrosivi sui materiali sensibili. Per il pH vicino alla neutralità, non danneggiano i materiali con cui vengono a contatto. Il principio attivo, non è assorbito da alcun tipo di materiale plastico o elastomerico (gomme naturali e sintetiche).
MECCANISMO D'AZIONE: Il principio attivo di GIOXACQUA, può essere visto di per sé come un sanitizzante o preservante naturale. È presente in natura nel latte e nel miele in cui assolve la funzione di conservante dal deterioramento, ed è un normale residente di tessuti come risultato del metabolismo cellulare. Inoltre, ci protegge dalle infezioni invadendo i microrganismi patogeni. Nella bocca dove esso è presente nelle membrane mucose, esso agisce come un potente ossidante sia da solo o in combinazione con tiocianato e perossidasi nella saliva. Come agente germicida il perossido d’idrogeno deve la sua azione all’ossidazione dei gruppi sulfidrilici e doppi legami nelle proteine, lipidi e membrane di superficie. Molti meccanismi dell’effetto antibatterico dell’argento (Ag+) sono stati descritti, ma i meccanismi della sua azione contro i protozoi non sono ancora del tutto chiari. Molti articoli sostengono che il meccanismo principale, attraverso cui l’argento, sotto forma di ione, uccide i batteri, sia il blocco della via respiratoria (inattivazione enzimatica) mediante il legame a gruppi tiolici (-SH) o gruppi disulfuri (S-S). Mediante lo stesso meccanismo l’argento si lega anche al DNA e alle proteine della parete cellulare. Attraverso questi eventi di legame i processi metabolici (in particolare quello respiratorio) sono inattivati, portando alla morte cellulare. La velocità di azione è strettamente correlata alla concentrazione di ioni Ag+ che entrano in contatto con i microbi. A causa di questo meccanismo, la resistenza microbica all’argento di per sé non è stata riportata.
ATTIVITÀ GERMICIDA: Numerosi studi dimostrano che l’argento è molto efficace nell’eliminare le cellule batteriche nei biofilm rispetto a quelle fluttuanti. Da qui il suo diffuso utilizzo, anche sottoforma di nanoparticelle, nel trattamento superficiale o nell’inclusione in diversi materiali specialmente di uso sanitario alfine di ridurre il rischio di formazione di biofilm che rappresenta talora una riserva pericolosa di microrganismi oltremodo protetti e quindi resistenti a qualsiasi trattamento fisico e chimico (Hisanori et al., 1998). In particolare lo ione argento è particolarmente efficace nel contrastare o prevenire la formazione di biofilm costituiti essenzialmente da Staphylococcus aureus. La sua attività biocida si manifesta contro batteri grampositivi, gram-negativi, funghi e virus. Mediante studi in vitro si è scoperto che medicazioni a base di argento nanocristallino sono molto efficaci nel fornire una barriera e un effetto antimicrobico contro ceppi epidemici di Staphylococcus aureus meticillina-resistenti (MRSA) (Edwards-Jones V, 2006). L’argento è utilizzato come agente antimicrobico da molti secoli. Negli ultimi decenni, ha visto un’ampia applicazione in diversi settori come negli impianti di trattamento e distribuzione dell’acqua, in dietologia come integratore alimentare, in ambito sanitario e/o ospedaliero come prodotto di rivestimento superficiale e prodotto antimicrobico. L’argento è spesso usato come un’alternativa all’uso di disinfettanti tradizionali come il cloro che può portare alla formazione di sottoprodotti tossici sulle superfici. È stato anche dimostrato che l’argento produce un effetto sinergico in combinazione con gli altri disinfettanti (Silvestry- Rodriguez, 2007). L’argento è efficace contro i batteri planctonici ed è stato usato per la disinfezione dell’acqua in Europa. Inoltre, esso in combinazione con il rame, si è dimostrato efficace contro la Legionella pneumophila negli impianti ospedalieri di distribuzione dell’acqua per più di dieci giorni. L’argento non è ritenuto reagire con il materiale organico per produrre sottoprodotti tossici (Silvestry-Rodriguez, 2008). Gli effetti antinfiammatori dello ione argento su una ferita o ustione sono ormai riconosciuti da alcuni secoli. Molti degli studi a tale riguardo sono puramente descrittivi in quanto riportano la diminuzione dell’eritema e l’accresciuto processo di guarigione. Un certo numero di effetti biochimici dell’argento sulla ferita sono stati documentati da oltre dieci anni. Tuttavia, solo recentemente con i nuovi concetti sul danno e sulla guarigione della ferita incastrati fra di loro, può essere presentato un meccanismo d’azione. Il fulcro principale della guarigione di una ferita è basato sul rapporto fra distruzione del tessuto da parte di un gruppo di enzimi collagenasi conosciuti come METALLOPROTEINASI (MMP) e la sintesi del tessuto che è stimolata dai fattori di crescita. Un eccesso di attività di MMP è stato segnalato nelle ferite dell'ustione ed in ferite croniche. L'azione delle MMP dipende dalla disponibilità di zinco libero. L'argento diminuendo la disponibilità di zinco in superficie diminuisce l’attività eccedente di MMP e quindi favorisce il processo di guarigione. I recenti risultati indicano che l'argento (sotto forma di argento puro rilasciato gradualmente sulla cute) riduce l'attività di MMP. Il fatto che l’argento aumenti la disponibilità di calcio sulla superficie della ferita dovrebbe stimolare la rigenerazione dell’epitelio. L’acqua ossigenata o perossido d’idrogeno è attivo contro un ampio range di organismi: batteri, lieviti, funghi, virus e spore. Gli anaerobi sono anche più sensibili, poiché essi non producono catalasi per rompere il perossido. 25 ppm o meno possono prevenire la crescita di batteri vegetativi. Come soluzione al 3% il Perossido d’idrogeno è rapidamente battericida è meno rapido nella sua azione contro lieviti, alcuni virus e specialmente spore batteriche. In generale il Perossido d’idrogeno (HP) ha una maggiore attività contro batteri gram-negativi rispetto ai gram-positivi. Nonostante la sua attività sia influenzata da variazioni di pH, con una maggiore attività sul versante acido, esso lo è meno rispetto agli altri disinfettanti come derivati fenolici e acidi organici. I dati d’efficacia biocida riferiti al prodotto diluito al 2% sono riassunti nelle tabelle seguenti. Questi dati sono il risultato di studi condotti da un Centro di Saggio operante in conformità alle BPL (Buone Pratiche di Laboratorio), secondo la certificazione rilasciata dal Ministero della Salute Italiano. Tali studi sono stati condotti in ottemperanza alle norme europee ufficiali nella revisione corrente.
DATI TOSSICOLOGICI E IMPATTO AMBIENTALE: LD50 (acuta orale ratto) del Perossido d’idrogeno, è di 53 mg/Kg di peso corporeo. Trattandosi di una soluzione acquosa non vi sono particolari rischi di esalazioni irritanti o pericolose. GIOXACQUA non deve essere mescolato a prodotti contenenti cloro. L’impiego di GIOXACQUA deve essere sospeso almeno 24 ore prima della somministrazione di qualsiasi vaccino vivo veicolato tramite l’acqua. Le soluzioni d’uso possono essere tranquillamente smaltite tramite rete fognaria, in quanto i loro prodotti di degradazione sono acqua e ossigeno, materiali non inquinanti l’ambiente.
CONFEZIONI: - Canestro da 10 litri con tappo a sfiato a vite e sigillo a ghiera
- Canestro da 20 litri con tappo a sfiato a vite e sigillo a ghiera
- Canestro da 200 litri con tappo a sfiato a vite e sigillo a ghiera
- Cubo da 1000 litri

Tutti gli imballi primari sono fabbricati con polietilene ad alta densità (PEHD) secondo le specifiche tecniche previste dalla Farmacopea Europea. Tale materiale non contiene lattice ed è perfettamente compatibile con tutti i componenti del formulato. Il sigillo a ghiera applicato su ciascuna confezione rende impossibile la manomissione del prodotto prima dell’impiego.
STOCCAGGIO E STABILITÀ: Conservare il prodotto a temperatura ambiente in luogo asciutto. Non esporre al sole e a temperature > 30 °C. In queste condizioni di conservazione la soluzione, nella confezione originale sigillata, ha validità 36 mesi. Se la confezione è aperta e chiusa correttamente alla fine di ogni operazione di prelievo, il preparato mantiene inalterate le sue caratteristiche chimico-fisiche e microbiologiche per 12 mesi.
CONTROLLI QUALITÀ: I componenti (materie prime, contenitori, etichette, ecc.) e le fasi di lavorazione intermedie di ogni singolo lotto di produzione vengono puntualmente ed accuratamente controllati seguendo le procedure previste dalle norme di certificazione UNI EN ISO 9001 e 13485. REV.

Prodotti Correlati

Via dell'Artigiano, 25, 37010 Pastrengo, Verona
Tel: +39 045 7170317

DEVIDET S.R.L.

Via Dell'artigiano, 25 - 37010 Pastrengo (VR)
C.F. e P.I 04067460230

Ufficio del RegistroUfficio del Registro: Verona
Numero REANumero REA: VR-389308
Capitale sociale: € 100.000,00

PEC: devidet.srl@legalmail.it
Tel e FaxTel e Fax: +39 045 7170317